Biografia

Maurizio Vetrugno

Nato a Sant’Antonino di Susa (TO) nel 1957, vive e lavora a Sant’Antonino di Susa e a Bali.

Negli anni Ottanta esordisce con il Gruppo degli Enfatisti a Bologna animato da Francesca Alinovi, dove fonda nel 1981 insieme a Gino Gianuizzi la Galleria Neon. Studia filosofia a Torino e si trasferisce a Londra e poi Bali. Nel 2013 collabora con Charles Ray nel progetto The Emperor’s New Clothes per la Deste Foundation. Tra le numerose mostre e istituzioni dove ha esposto: Castello di Rivara Museo d’arte contemporanea nel 1989; Castello di Rivoli Museo d’arte contemporanea, Torino, nel 1994; MART – Museo d’arte contemporanea di Trento e Rovereto nel 2003; Blum & Poe, Los Angeles nel 2012; Shit and Die a cura di Maurizio Cattelan, Torino, nel 2015; Guido Costa Projects, Torino, nel 2017.

Maurizio Vetrugno è alla sua seconda partecipazione alla Quadriennale d’arte (XII, 1996).

1

Electricity Comes from Other Planets, 1996

Video-performance, proiezione su schermo di ossi di seppia e metallo

194×154 cm

Courtesy l’artista e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino.

Foto di Studio Blu, Torino

2

Pain is Weakness Leaving the Body, 2000

Cappa di velluto, ricamo industriale, corna animali e argento

Courtesy l’artista.

Foto di Tommaso Mattina, Torino